David che placa col suono dell’arpa le smanie di Saul travagliato dallo spirito malo

Lega, David che placa col suono dell’arpa le smanie di Saul travagliato dallo spirito malo
Autore: 
Lega, Silvestro (1826-1895)
Titolo: 
David che placa col suono dell’arpa le smanie di Saul travagliato dallo spirito malo
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1852)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
23,5 x 29,5
Annotazioni: 
Firma in basso a destra: SLega
Luogo di conservazione: 
Galleria d’Arte Moderna, Palazzo Pitti, Firenze, Italia
Acquisizione: 
Collezione Ambron, donazione, 1947
Identificativo: 
[Giornale] 4812 (1932)

Note storico critiche:

Si tratta del bozzetto preparatorio al quadro presentato da Lega al concorso triennale dell'Accademia del 1852, conclusione probabile di altri studi di cui non rimane traccia. Il soggetto richiesto dalla Giuria doveva ispirarsi al primo Libro dei Re quello di Samuele dove si narrano le gesta del profeta, di Saul e di David. L'episodio rappresentato si riferisce al capitolo 16° del testo biblico, ma Lega elabora il soggetto ricostruendo la scena del 3° atto del Saul di Alfieri; introduce infatti le figure di Micol (sposa promessa di David) e di suo fratello Gionata (legato a David da fraterna amicizia) che tentano di placare inutilmente l'ira del padre investito da uno spirito malvagio. L'impianto compositivo può evocare quello di Antonio Ciseri nel Giacobbe che riceve la veste insanguinata di Giuseppe del 1844, ma l'esecuzione più sciolta e pastosa evoca invece i modi di Giuseppe Bezzuoli (membro d'altronde della commissione giudicatrice). Il giudizio della Giuria nel premiare il quadro compiuto non fu però unanime: da alcuni fu accusato di cattivo gusto barocco, tendente alla decadenza.

(fonte: Polo museale fiorentino)