Cortigiana (da Eisen)

van Gogh, Cortigiana (da Eisen) | Courtesan (d'après Eisen) | Courtisane (naar Eisen) | Courtesan (after Eisen)
van Gogh, Cortigiana (da Eisen) [dettaglio 1]
van Gogh, Cortigiana (da Eisen) [dettaglio 2]
van Gogh, Cortigiana (da Eisen) [dettaglio 3]
van Gogh, Cortigiana (da Eisen) [dettaglio 4]
Autore: 
Van Gogh, Vincent (1853-1890)
Titolo: 
Cortigiana (da Eisen)
Altri titoli: 
Courtisane (naar Eisen)
Courtesan (d'après Eisen)
Courtesan (after Eisen)
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1887, ottobre - novembre)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
100,7 x 60,7
Luogo di conservazione: 
Van Gogh Museum, Amsterdam, Nederland
Acquisizione: 
Vincent van Gogh Stichting, 1962
Identificativo: 
s0116V1962

Commento:

Giapponeseria: Oiran

Dal 1850 il Giappone si riaprì all'Occidente dopo un isolamento secolare: la straordinaria novità della sua cultura e della sua arte determinò in Europa un vero e proprio fenomeno culturale definito japonisme o giapponeseria. I pittori - Manet, Degas e Monet tra i primi - e gli intellettuali più avvertiti iniziarono ad acquistare stampe di Hiroshige e Utamaro, traendone ispirazione per immagini decorative e bidimensionali. Van Gogh aveva cominciato a collezionare alcune stampe già alla fine del 1885, ad Anversa. Il suo interesse esplose una volta trasferitosi a Parigi.
Dalla copertina di un numero di Paris illustré che riproduce una figura di Keisai Eisen, Vincent crea un pastiche di dimensioni notevoli. Il canneto in secondo piano è concepito come divertissement, con una barca che passa sul fiume sopra il riquadro con la geisha, sostenuto da una rana giallognola derivata dalle Nuove stampe di rettili e insetti di Yoshimaru.
Il Giappone arrivò per Vincent a coincidere con l'immagine di un mondo utopico.

(fonte: I Maestri dell'arte moderna: Van Gogh, Skira | Centauria editori)

Bibliografia:

  • Jacob Baart de la Faille, (1970) [1928] The Works of Vincent van Gogh. His Paintings and Drawings, Amsterdam: J.M. Meulenhoff, n. 373.
  • Jan Hulsker (1980), The Complete Van Gogh, Oxford: Phaidon, n. 1298.