Cléo de Mérode

Boldini, Cleo de Merode.jpg
Autore: 
Boldini, Giovanni (1842-1931)
Titolo: 
Cléo de Mérode
Periodo: 
XX secolo
Datazione: 
1901
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza per larghezza in centimetri): 
97,8 x 81,3
Annotazioni: 
Firma e data in basso a sinistra: Boldini / 1901
Luogo di conservazione: 
Collezione privata

Commento:

Il ritratto, dipinto da Boldini, rappresenta Cléo de Mérode, famosa ballerina francese dell’Opera di Parigi. La ragazza posa in modo insolito: è seduta, il braccio sinistro disteso lungo il fianco, l’altro, invece, è piegato con la mano che tocca delicatamente il viso. La testa è inclinata verso il basso e girata a destra, tanto da far risaltare il collo scoperto e bianco. Lo sguardo è rivolto verso l’alto e cerca qualcosa all’esterno. Boldini celebra la giovinezza di Cléo esaltandone il viso e la mano impreziosita da un anello azzurro. Altro gioiello che orna in modo discreto il corpo della modella è una sottile collana d’oro che si vede appena ed è avvolta in più giri al collo. I capelli castani sono raccolti in una pettinatura morbida che nasconde leggermente il viso. Ciò che risalta maggiormente nel quadro è la maglia grigia con riflessi dorati che avvolge con un panneggio la ragazza, creando un effetto di chiaro scuro. Lo sfondo è neutro sui toni grigi ed è percorso da una diagonale più scura, che prosegue anche con la linea della scollatura, che taglia il quadro in due e ne determina la composizione. L’effetto che crea Boldini in questa opera, come in tante altre, è quello del movimento e della dinamicità della donne che ritrae. Il pittore non cerca una posa statica ma le traiettorie di un corpo che si muove. Il dipinto è stato realizzato nel 1901 e fa parte di una collezione privata.

C. Facciani

Bibliografia:

  • Stefano Zuffi, "La pittura moderna: gli impressionisti e le avanguardie del 900", ed. Electa.
  • Alessandra Borgogelli, "Boldini", Art dossier ed. Giunti.
  • Giorgio Cricco e Francesco Paolo Di Teodoro, Itinerario nell'arte, dal Barocco al Postimpressionismo, Zanichelli.

Mostre:

  • Boldini nella Parigi degli Impressionisti, Ferrara, Palazzo dei Diamanti, 20 settembre 2009 – 10 gennaio 2010.
  • Giovanni Boldini in Impressionist Paris, Sterling and Francine Clark Art Institute, Williamstown, Massachusetts, USA, 14 febbraio - 25 aprile 2010.