Canale della Giudecca

Guglielmo Ciardi, Canale della Giudecca
Autore: 
Ciardi, Guglielmo (1842-1917)
Titolo: 
Canale della Giudecca
Altri titoli: 
Veduta del Canale della Giudecca
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1881)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
62 x 102
Annotazioni: 
Firma in basso a destra: CIARDI
Luogo di conservazione: 
Fondazione Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde / Palazzo Melzi d’Eril, Milano, Italia
Acquisizione: 
Acquisto, 1985
Identificativo: 
FCIP 0064

Provenienza:

  • Collezione Elena Fragni, Milano.

Mostre:

  • 1983-1984, Venezia, n. 71.
  • 2008-2009, Bergamo, s. n.
  • 2010, Roma - Venezia, n. 35.

Bibliografia:

  • Giuseppe Pavanello, Gugliemo Ciardi, Canale della Giudecca, in Giuseppe Pavanello - Giandomenico Romanelli, a cura di, Venezia nell'Ottocento. Immagini e mito, catalogo della mostra, Venezia, Ala Napoleonica e Museo Correr, dicembre 1983 – marzo 1984, Electa Editrice, Milano, 1983, n. 71, p. 72, ill. p. 73.
  • Fabrizio Magani, Ciardi, Guglielmo, in Enrico Castelnuovo, a cura di, La pittura in Italia. L’Ottocento, vol. II, Electa, Milano, 1991, p. 762 (Canale della Giudecca).
  • Luigi Menegazzi, Guglielmo Ciardi, Edizione dei Soncino, Soncino, 1991, n. 20, p. 74, ill. p. 75 (Canale della Giudecca).
  • Tesori d'arte delle banche lombarde, Associazione Bancaria Italiana, Milano, 1995, p. 236, ill. n. 440 (Canale della Giudecca).
  • Sergio Rebora, Guglielmo Ciardi, Canale della Giudecca “mattino” o Canale della Giudecca, in Sergio Rebora, a cura di, Le collezioni d’arte. L’Ottocento, Fondazione Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde, Milano, 1999, n. 56, pp. 128-130, ill. pp. 128-129.
  • Marco Galli Goldin, Cronologia. Guglielmo Ciardi (Venezia 1842-1917), in Nico Stringa, a cura di, Guglielmo Ciardi. Catalogo generale dei dipinti, Regione del Veneto, Antiga Edizioni, Crocetta del Montello, 2007, p. 392 (Canale della Giudecca).
  • Nico Stringa, a cura di, Guglielmo Ciardi. Catalogo generale dei dipinti, Regione del Veneto, Antiga Edizioni, Crocetta del Montello, 2007, n. 113, p. 217, ill. (Canale della Giudecca).
  • Fernando Noris, a cura di, Ottocento tra realtà e sogno. Il lungo secolo della pittura italiana e lombarda, catalogo della mostra, Bergamo, Spazio Viterbi, 28 novembre 2008 - 22 febbraio 2009, Provincia di Bergamo - Fondazione Cariplo, Bergamo - Milano, 2008, ill. p. 52.
  • Paolo Serafini, a cura di, Giacomo Favretto. Venezia, fascino e seduzione, catalogo della mostra, Roma, Chiostro del Bramante, 23 aprile-11 luglio 2010, Venezia, Museo Correr, 31 luglio - 21 novembre 2010, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo, 2010, n. 35, p. 181, ill. p. 134.

Note:

Il dipinto fu con ogni probabilità acquistato dallo stesso collezionista di Gondola in laguna come si evince dalla presenza su entrambi dell’etichetta dei corniciai Wilson & Wheatley, attivi a Edimburgo dal 1895. La coppia di opere è rientrata nel 1982 in Italia e, giunta in una raccolta milanese, è stata infine acquistata dalla Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde tre anni più tardi. Rispetto al suo pendant, questo dipinto raffigura un diverso scorcio della laguna di Venezia preso dal Canale della Giudecca. Ritornano le imbarcazioni ormeggiate sulla sinistra e gli edifici che scandiscono l’orizzonte, in una composizione rigorosamente prospettica che rimanda alla pittura veneta settecentesca. Diversamente dalla Gondola caratterizzata da un cielo al tramonto, la laguna è qui raffigurata all’alba e la luce del sole al suo sorgere filtra attraverso le nuvole, riflettendosi nell’acqua. Ne deriva una suggestione che ricorre frequentemente nella pittura di paesaggio dell’artista (Canale della Giudecca, 1869, Venezia, Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Ca’ Pesaro) e che qui anticipa gli esiti di opere successive ispirate agli stessi luoghi, come Mattino alla Giudecca (1892, Trieste, Museo Revoltella) e Canale della Giudecca (Zattere) (1892, Venezia, Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Ca’ Pesaro).

(fonte: Laura Casone in www.artgate-cariplo.it)