Bolle di sapone

Giovanni Boldini (attribuito a), Bolle di sapone
Autore: 
Boldini, Giovanni (1842-1931) (attribuito a)
Titolo: 
Bolle di sapone
Altri titoli: 
Bulles de savon
Blowing bubbles
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
1878
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tavola
Dimensioni (altezza per larghezza in centimetri): 
28,5 x 40,6
Annotazioni: 
Firma e data in basso a destra: Boldini 78
Luogo di conservazione: 
Alon Zakaim Fine Art, Londra

Provenienza:

  • Cary Grant, Los Angeles, California.
  • Vendita, Bonhams, London, asta European paintings

Mostre:

  • New York, The New York Cultural Center, Nineteenth Century Paintings in American Collections, 15 novembre - 31 dicembre 1972, (come Boldini).

Note:

Benché l'attribuzione e Boldini non può, allo stato, essere confermata, Bolle di sapone è opera di un artista di talento.
È simili concettualmente ai piccoli dipinti commissionati a Boldini da Adolphe Goupil negli anni 1870. Questi quadri furono essenzialmente creati per incrociare la domanda della emergente classe media. Molti artisti, specialmente in Francia e in Italia, quali François Soulacroix e Vittorio Reggianini, stavano producendo opere simili in varie dimensioni. Questi dipinti erano piccoli, composizioni simili a gioielli che celebravano l'impressione che la vita fosse molto più civilizzata durante il XVIII secolo, prima dell'intrusione della Rivoluzione industriale. Questi quadri sono popolati da membri delle classi superiori, vestiti di tessuti sontuosi, residenti in interni eleganti e impegnati in capricciosi divertimenti. Inflenzati dall'opera del maestro della pittura su piccola scala, Jean-Louis-Ernest Meissonier, questi dipinti avevano lo scopo di trasmettere un senso di monumentalità, con le loro molte figure, interni riccamente decorati e una miriade di tessuti.
Bolle di sapone è un esempio particolarmente fine di questo genere. La caratterizzazione delle figure è fatta abilmente ed altrettanto abilmente è catturata l'esuberanza dei giovani membri della serata. La pennellata è fine senza essere deliberata e la gestione del colore echeggia la natura capricciosa del soggetto. Nonostante la gestione virtuosa delle sete e dei raso, il vero centro del dipinto sono le bolle stesse. Le bolle rappresentano la caducità della giovinezza e l'artista ha raggiunto una resa realistica della più effimera delle creazioni e la sua capacità di trasmettere la trasparenza e la traslucenza della bolla è una straordinaria impresa di pittura.

(fonte: Catalogo della galleria Alon Zakaim Fine Art, Londra)