Besnard, Paul Albert

Paul Albert Besnard [1913]
Cognome: 
Besnard
Nome: 
Paul Albert
Luogo di nascita: 
Parigi
Data di nascita: 
1849
Luogo di morte: 
Parigi
Data di morte: 
1934
Nazionalità: 
Francese
Biografia: 

 

Paul Albert Besnard, allievo di Brémont, poi di Cabanel, ottenne nel 1874 il grand prix de Rome. Dopo aver soggiornato a Roma e a Londra, eseguí a Parigi per la scuola di farmacia (1884-1886) una vasta e chiara decorazione dal simbolismo poetico e dal colore discreto (la Raccolta dei semplici). Cercò poi nei ritratti (la Principessa Mathilde, 1893: Parigi, ministero delle Finanze) e nei nudi (Donna nuda che si riscalda, 1886: Parigi, Musée d'Orsay) effetti piú caldi, vicini a quelli del sec. XVIII. Fu direttore dell’Accademia di Francia a Roma (1913), poi dell’Ecole des beaux-arts (1922); seppe adattare la lezione impressionista alle sue decorazioni ufficiali: l’Isola felice del Musée des arts décoratifs (1900), i soffitti del Petit-Palais (Parigi, 1907-10), del Théâtre Français (il Carro di Apollo e le Ore, 1890), o del municipio di Parigi (1905-13, La Verità, trascinando al suo seguito le Scienze, spande luce sugli uomini) illustrano come egli sensualmente perseguisse giochi di colori e di riflessi. Si dedicò poi a rievocare, in alcune sue composizioni, idee filosofiche e miti scientifici (la Vita rinascente dalla Morte, 1896: Parigi, Sorbona, anfiteatro di chimica). Le sue opere orientaliste ne ricordano i viaggi in Algeria e in India (Donne di Madura alla fontana: Douai, Museo della Certosa). Fu inoltre eccellente incisore.

(fonte: Thérèse Burollet in Storia dell'Arte Einaudi)