Battello sul Lago Maggiore

Morbelli, Battello sul Lago Maggiore.jpg
Autore: 
Morbelli, Angelo (1853-1919)
Titolo: 
Battello sul Lago Maggiore
Periodo: 
XX secolo
Datazione: 
1915
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
58,5 x 103
Annotazioni: 
Firma e data in basso a sinistra verso il centro: Morbelli 1915
Luogo di conservazione: 
Fondazione Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde / Gallerie d’Italia Piazza Scala, Milano, Italia
Acquisizione: 
Acquisto, 1996
Identificativo: 
FC 0006

Note storico critiche:

Eseguita nel 1915 e presentata due anni dopo all’esposizione romana della Società Amatori e Cultori di Belle Arti, l’opera raffigura il golfo del lago Maggiore. La veduta è presa da un battello dal quale una donna si sporge ad ammirare il panorama verso l’Isola Madre e la riva di Baveno. Il dipinto appartiene alla tarda produzione dell’artista che dai primi anni Dieci del Novecento inizia ad accostarsi alla pittura di paesaggio, spesso ritraendo i luoghi nei dintorni di Colma di Monferrato dove trascorre lunghi soggiorni. Al paesaggio del Verbano Morbelli dedica almeno un’altra opera, intitolata Il Lago Maggiore a Baveno, esposta nel 1922 alla galleria milanese Bottega di Poesia in occasione della retrospettiva dedicata alla pittura divisionista in Italia. L’interesse per questi luoghi è legato anche al loro rinnovato successo turistico presso l’agiata borghesia; nel dipinto in Collezione la donna in gita sul battello allude esplicitamente a una delle attività più frequenti durante tali soggiorni di vacanza.
Il taglio inedito della veduta è debitore di una serie di studi compiuti da Morbelli con la fotografia, secondo un procedimento creativo che caratterizza l’intera sua opera e che lo accomuna all’amico Giuseppe Pellizza, anch’egli attento indagatore della luce e della sua resa pittorica attraverso la tecnica del divisionismo. In particolare, la figura femminile riprende in controparte una giovane fotografata in identica posa ed abbigliamento in un’istantanea oggi conservata presso l’archivio del pittore, databile ai primi anni del Novecento. Anche il punto di vista in ombra è tipico del procedimento fotografico e ricorre in modo particolare nella fotografia pittorialista che proprio in questi anni inizia a diffondersi in Italia. Il ricercato effetto di controluce è realizzato con una pittura divisa che attraverso tocchi di bianco, rosa ed azzurro ricrea l’abbagliante riverbero del sole sulle acque del lago, in contrapposizione alla penombra del battello. Sulla sinistra una bandiera tricolore è mossa dal vento, probabilmente un inno alla patria nell’anno in cui, durante il primo conflitto mondiale, l’Italia dichiara guerra all’impero austro-ungarico.
Dal novembre 2011 l’opera è visibile nell’allestimento delle Gallerie d’Italia a Milano.

Provenienza:

  • Vendita, Sotheby's, Londra, asta LN6346, 12 giugno 1996.

Bibliografia:

  • LXXXVI Esposizione Società Amatori e Cultori di Belle Arti in Roma, s.e., s.l., s. d. [1917], n. 9, p. 16, ill. s. p.
  • Arturo Lancellotti, La 86a Esposizione degli «Amatori e Cultori» a Roma, in “Emporium. Rivista mensile illustrata d’arte, letteratura, scienze e varietà”, vol. XLV, n. 269, Istituto Italiano d’Arti Grafiche, Bergamo, maggio 1917, p. 371.
  • Guido Marangoni, La LXXXVI Mostra degli Amatori e Cultori, in "Pagine d'Arte. Cronaca, critica e polemica", a. V, n. 5, Milano, 15 maggio 1917, p. 106, ill. p. 108.
  • Teresa Fiori, Archivi del divisionismo, Officina Edizioni, Roma, 1968, vol. II, n. VI.187, p. 118, ill. 1499, s. p.
  • Nineteenth Century European Paintings, Drawings and Watercolours, Asta LN6346, Sotheby's, Londra, 1996, n. 139, pp. 84-85, ill.
  • Sergio Rebora, Angelo Morbelli, Battello sul Lago Maggiore, in Sergio Rebora, a cura di, Le collezioni d’arte. L’Ottocento, Fondazione Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde, Milano, 1999, n. 187, pp. 285-286, ill. pp. 284-285.
  • Aurora Scotti Tosini, Luce e colore, realtà e simbolo nella pittura di Morbelli, in Angelo Morbelli. Tra realismo e divisionismo, catalogo della mostra, Torino, Fondazione Guido ed Ettore De Fornaris, Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea, 7 febbraio – 25 aprile 2001, Edizioni GAM, Torino, 2001, p. 23, ill. p. 48.
  • Claudia Collina – Elisabetta Farioli – Claudio Poppi, a cura di, Bandiera dipinta. Il tricolore nella pittura italiana 1797-1947, catalogo della mostra, Reggio Emilia, Sale Esposizioni Chiostri di San Damiano, 23 marzo – 8 giugno 2003, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo, 2003, n. 32, pp. 130-131, ill.
  • Giuseppe Luigi Marini, a cura di, Divisionisti piemontesi da Pellizza a Balla, catalogo della mostra, Aosta, Museo Archeologico Regionale, 21 giugno – 26 ottobre 2003, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo, 2003, n. 6, p. 108, ill. p. 191.
  • Francesca Cagianelli – Dario Matteoni, a cura di, La Belle Epoque. Arte in Italia 1880-1915, catalogo della mostra, Rovigo, Palazzo Roverella, 10 febbraio – 13 luglio 2008, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo, 2008, n. 61, p. 126, ill.
  • Paola Segramora Rivolta, in Fernando Mazzocca, a cura di, Da Boccioni a Canova. Le collezioni della Fondazione Cariplo e di Intesa Sanpaolo, Skira, Milano, 2011, n. XII.185, p. 247, ill.

Laura Casone