Ave Maria a trasbordo [1882-1883]

Giovanni Segantini, Ave Maria a trasbordo [1882-1883]
Autore: 
Segantini, Giovanni (1858-1899)
Titolo: 
Ave Maria a trasbordo [1882-1883]
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1882 - 1883)
Classificazione: 
Disegno
Tecnica e materiali: 
Penna e inchiostro su carta velina beige
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
30,1 x 22,5
Annotazioni: 
Firma in basso a sinistra: GSegantini
Firma (di pugno di uno sconosciuto) sul retro: Segantini
Luogo di conservazione: 
Collezione privata

Provenienza:

  • Meyer-Fierz Collection, Zürich.
  • Vendita anonima, Galerie Kornfeld und Klipstein, Bern, 9-10 giugno 1976, lotto 942.
  • Collezione privata.
  • Vendita anonima, Neumeister, München, asta Art Deco, Classical Modern and Furniture, 17 maggio 2001, lotto 808
  • Jan Krugier, acquistato nella vendita di cui sopra. 
  • Vendita, Christie’s, New York, asta 3443 - A Dialogue Through Art: Works from the Jan Krugier Collection Day Sale, 5 novembre 2013, lotto 160, venduto per $461,000.

Mostre:

  • Paris, Musée Jacquemart-André, La Passion du dessin: Collection Jan et Marie Anne Krugier Poniatowski, Marzo - Giugno 2002, p. 296, n. 136 (illustrato, p. 297).
  • Vienna, Albertina Museum, Goya bis Picasso: Meisterwerke der Sammlung Jan Krugier und Marie Anne Krugier-Poniatowski, Aprile - Agosto 2005, p. 214, n. 89 (illustrato, p. 215).
  • München, Kunsthalle der Hypo-Kulturstiftung, Das ewige Auge: Von Rembrandt bis Picasso, Meisterwerke aus der Sammlung Jan Krugier und Marie Anne Krugier-Poniatowski, Luglio - Ottobre 2007, p. 286, n. 135 (illustrato, p. 287).
  • Basel, Fondation Beyeler, Segantini, Gennaio - Aprile 2011, p. 166 (illustrato, p. 66).
  • Segantini, ritorno a Milano, Palazzo Reale, Milano, 18 settembre 2014 - 18 gennaio 2015, sotto il titolo Ave Maria a trasbordo (Dalla prima versione), cm. 30,2 x 22,8, Collezione privata.

Bibliografia:

  • A. Quinsac, Segantini: Catalogo Generale, Milano, 1982, vol. II, p. 411, n. 505 (illustrato).

(fonte: Catalogo della vendita Christie's, New York, citata sopra)