Autunno dorato

Lorenzo Delleani, Autunno dorato [1904]
Autore: 
Delleani, Lorenzo (1840-1908)
Titolo: 
Autunno dorato
Altri titoli: 
Tramonto a novembre (effetti di luce)
Periodo: 
XX secolo
Datazione: 
1904
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tavola
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
32 x 45
Annotazioni: 
Firmato e datato in basso a destra: Delleani / 9.11.1904; sul retro: Autunno dorato
Luogo di conservazione: 
Fondazione Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde / Gallerie d’Italia Piazza Scala, Milano, Italia
Acquisizione: 
Acquisto, 1986
Identificativo: 
AH01523AFC

Provenienza:

  • 1986, Milano, Finarte.

Mostre:

  • 1904-1905, Torino, n. 34.
  • 2008-2009, Bergamo, s. n.

Bibliografia:

  • Catalogo dell'Esposizione del Circolo Artisti, Torino, 1904, p. 6 (documento non consultato).
  • Angelo Dragone, Lorenzo Delleani, Cassa di Risparmio di Biella, Biella, 1973, vol. II, p. 253, s.n. (come Autunno dorato).
  • Dipinti del XIX secolo, Asta 552, Finarte, Milano, 1986, n. 198, p. 53 (come Tramonto a Novembre [effetti di luce]).
  • Tesori d'arte delle banche lombarde, Associazione Bancaria Italiana, Milano, 1995, p. 250, ill. n. 471 (come Tramonto a Novembre).
  • Sergio Rebora, Lorenzo Delleani, Autunno dorato, in Sergio Rebora, a cura di, Le collezioni d’arte. L’Ottocento, Fondazione Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde, Milano, 1999, n. 73, pp. 149-151, ill.
  • Fernando Noris, a cura di, Ottocento tra realtà e sogno. Il lungo secolo della pittura italiana e lombarda, catalogo della mostra, Bergamo, Spazio Viterbi, 28 novembre 2008 - 22 febbraio 2009, Provincia di Bergamo - Fondazione Cariplo, Bergamo - Milano, 2008, ill. p. 68.
  • Elena Lissoni, in Fernando Mazzocca, a cura di, Da Canova a Boccioni. Le collezioni della Fondazione Cariplo e di Intesa Sanpaolo, Skira, Milano, 2011, n. X.152, p. 236, ill.

Note:

A lungo ritenuto dispersa, e riapparsa sul mercato antiquario nel 1986 quando fu acquistata dalla Cariplo, l’opera è stata recentemente identificata con Autunno dorato, presentata da Lorenzo Delleani all’Esposizione del Circolo degli Artisti di Torino del 1904.
La luce irradia attraverso i raggi solari che occupano interamente in dense pennellate lo spazio visivo del cielo fino al profilo tremolante dei monti e investe l’ambiente di un’intonazione dorata: si riflette nel torrente che scorre nella radura e colpisce le foglie degli alberi e i fili d’erba. Una serena tranquillità caratterizza il paesaggio, animato soltanto dalla presenza della contadina ancora al lavoro all’interno di una visione della natura semplice e quotidiana.
L’opera appartiene alla produzione matura dell’artista, contraddistinta fin dal 1886 dall’impiego di un formato ricorrente e di una singolare tecnica esecutiva che prevede la stesura di strati successivi di colore, applicato in pennellate pastose e sciolte, cui seguono solchi condotti con la punta della matita, per suggerire, in questo caso, i tronchi degli alberi. Lo studio della luce nei diversi momenti del giorno e delle stagioni, la resa delle qualità atmosferiche e tattili della visione, la studio dal vero en plein air, caratterizzano la pittura di paesaggio di Lorenzo Delleani, condotta nei dettami del naturalismo, spesso riproponendo i medesimi soggetti, fino a sfiorare la ripetitività.
A partire dagli anni Ottanta sono entrati in Collezione altri due paesaggi piemontesi, soggetti d’elezione nel repertorio dell’artista, Campagna verso l’inverno del 1892 e Autunno dorato del 1903.

Dal novembre 2011 l’opera è visibile nell’allestimento delle Gallerie d’Italia a Milano.

(fonte: Elena Lissoni in www.artgate-cariplo.it)