Autoritratto

Manet, Autoritratto.png
Autore: 
Manet, Édouard (1832-1883)
Titolo: 
Autoritratto
Altri titoli: 
Portrait de Manet par lui-même
Manet à la calotte
Manet con lo zucchetto
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1878-1879)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
95,4 x 63,4
Luogo di conservazione: 
Bridgestone Museum of Art, Ishibashi Foundation, Tokyo, Japan
Acquisizione: 
Ishibashi Foundation Collection

Commento:

Manet ha creato molti splendidi ritratti, ma sono noti solo due autoritratti. Qui abbiamo un dignitoso autoritratto a tutta altezza; il pittore è in piedi, con le mani in tasca, un piede in avanti, in drammatico contrasto con lo sfondo scuro. Dal ritratto possiamo comprendere il senso di sé e l'orgoglio dell'artista. Dalla penetrante acutezza del suo sguardo alle guance rosate e alle orecchie, come se tuttavia fosse arrossito, il volto è descritto meticolosamente. La pennellata di Manet è più grossolana e più audace sulla giacca e pantaloni. Le mani e la giacca hanno chiaramente aree lasciate non dipinte. Al momento in cui questo ritratto è stato dipinto, era considerato molto importante, nella pittura tradizionale, non lasciare pennellate visibili ed area non dipinte in un lavoro finito. Manet, tuttavia, non si curava di dare ai suoi dipinti una finitura perfetta. Il suo stile, che coraggiosamente si permetteva di lasciare pennellate visibili e zone di tela non dipinte, ha influenzato sia gli impressionisti che Vincent van Gogh.

(fonte: Bridgestone Museum of Art, Tokyo)

Mostre:

  • Masterpieces of the Bridgestone Museum of Art, Tokyo, Ishibashi Foundation Collection Chefs-d’œuvre du Bridgestone Museum of Art de Tokyo, Collection Ishibashi Foundation), 5 aprile - 21 agosto 2017, Musée de l’Orangerie, Parigi.