Assalto alla Madonna della Scoperta

Fattori, Assalto alla Madonna della Scoperta.jpg
Autore: 
Fattori, Giovanni (1825-1908)
Titolo: 
Assalto alla Madonna della Scoperta
Altri titoli: 
Episodio della battaglia di San Martino
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1864-1868)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
204 x 290
Luogo di conservazione: 
Museo Civico Giovanni Fattori, Livorno, Italia
Acquisizione: 
Acquisto del Comune di Livorno, 1871
Identificativo: 
Mun.Li 15 (1957) | MF 1026 (1991)

Commento:

Dipinto raffigurante un episodio della battaglia svoltasi nella giornata di San Martino del 1859. Sulla estrema sinistra una colonna di artiglieria in movimento, procede verso il centro del quadro: numerosi soldati a cavallo si muovono verso il primo piano, dove, al centro, si vede un tamburino ucciso, caduto a terra. Alle sue spalle, in primissimo piano, un soldato si prepara a salire sul cavallo, in piedi, visto di tre quarti da tergo. La parte destra del dipinto è occupata da un gruppo di ufficiali a cavallo, molti dei quali, visti da tergo, guardano al centro della composizione dove, in lontanza, sembra svolgersi la vera e propria battaglia. Al centro del quadro, in secondo piano si nota un cavalleggero su un cavallo che si impenna. Sulla parte destra della composizione sull'orizzonte, si nota il campanile e la parte superiore di una chiesa, la cui verticalità è sottilineata dalla presenza di pochi alberelli sottili.
L'Assalto a Madonna della Scoperta ha una lunga gestazione (che si manifesta anche nel bozzetto dal titolo Le fanterie Italiane alla Madonna della Scoperta, esposto nel 1864 alla "Nuova Promotrice" fiorentina e confuso talvolta con il nostro) e un complicato iter per l'acquisizione alle collezioni civiche, riportati in dettaglio da Maria Cristina Bonagura nella scheda di catalogo. Niente resta da aggiungere poi alla lunga ed accurata analisi di Dario Durbè (1982, pp. 182-195). Si è ormai propensi a credere che l'episodio della battaglia di San Martino raffigurato si riferisca allo scontro fra i Granatieri sardi della prima divisione Durando e la brigata austriaca Gaal, il 24 giugno 1859. La fedele cronaca dei fatti risorgimentali fu realizzata da Fattori con l'ausilio di appunti meticolosi sui luoghi, le divise, i finimenti dei cavalli. L'internso lavoro, propedeutico alla stesura finale, è testimonianto dai numerosissimi disegni, conservati al Museo Civico Giovanni Fattori di Livorno e nuovamente riferiti nella scheda di catalogo. Il dipinto, realizzato con una sottoscrizione cittadina, fu comprato dal Comune di Livorno nel 1871.

(fonte: Museo Civico Giovanni Fattori, Livorno)

Mostre:

  • Giovanni Fattori tra epopea e vero. Omaggio nel Centenario della morte, Livorno, Granai di Villa Mimbelli Museo Fattori, 20 aprile - 6 luglio 2008.

Bibliografia:

M.P.W., 56. Giovanni Fattori, "Assalto a Madonna della Scoperta o Episodio della battaglia di S. Martino", in "Museo Civico Giovanni Fattori. L'Ottocento", Ospedaletto (Pisa) 1999, p. 156, ripr.